Diario della quarantena [#iorestoacasa]

Lista, spesa - ph. Amalia Temperini

A questo punto il blog assume di nuovo identità rinnovata. Già da qualche giorno i post che inserisco hanno un altro tipo di approccio, questo perché credo che, ad ogni mio cambiamento, esso debba riflettere il vissuto che mi attraversa.

Ne approfitto per dire che la cosa più brutta di queste giornate è notare come i prezzi dei prodotti siano aumentati di brutto, parlo della frutta, di cose di prima necessità.

Mi sono fatta un conto per capire se conviene acquistare con consegna a domicilio o uscire per fare la fila nei supermercati con un rischio maggiore di esporsi all’essere contagiati.

Ho notato che conviene, in termini di risparmio benzina, farsi portare l’essenziale a casa, almeno uno ha la possibilità di non pagare il carburante con il vantaggio di limitare al massimo ogni cosa.

Se già ci sono questi aumenti, tra un mese cosa potrà accadere?

La fortuna di vivere in Abruzzo – in zone periferiche – è che esiste ancora la solidarietà. In qualche modo il baratto diventa un vantaggio e se tu porti i biscotti alla tua vicina, dal suo orticello ti ringrazia con un po’ di insalata.

🔥

Chi sono?
https://amaliatemperini.com/about/

Se vuoi supportare il blog con un caffé:

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Iscriviti al blog nella casellina in basso a destra della homepage:

www.amaliatemperini.com | www.atbricolageblog.com

Seguimi su:

Twitterhttp://www.twitter.com/atbricolageblog| Instagramhttps://www.instagram.com/atbricolageblog/

Per richieste:
atbricolageblog@gmail.com

Nel rispetto del provvedimento emanato dal garante per la privacy in data 8 maggio 2014 e viste le importanti novità previste dal Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR”, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all’uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016 (qui) oppure leggere la Privacy Police di Automattic http://automattic.com/privacy/

6 risposte a “Diario della quarantena [#iorestoacasa]”

  1. In effetti hai ragione, è vero che i supermercati e molti negozi di alimentari stanno speculando su certi cibi. La farina è diventata come l’oro, il lievito pure, e tutto perchè alcuni personaggi famosi si son fatti vedere a fare il pane e tutti a emularli. Chi però vuole solo cucinare qualcosa giusto per sopravvivere magari trova difficoltà a trovare certe cose. Per non parlare di chi amava la cucina orientale e adesso può solo imbottirsi di pasta e pizza. Insomma, una scocciatura. Non vedo l’ora che riaprano tutti i ristoranti orientali e poter mangiare ciò che amo. In questi giorni non solo si deve stare a casa ma si deve rinuniciare a ciò che fa bene. Infatti per me per esempio la cucina italiana è offi limits e non posso imbottirmi di pasta e pizza o pane e dolci. Quindi ho una scelta limitata ma non trovo niente in giro. IN più io non sono capace di fare il sushi o altri piatti orientali e questo un guaio.

    Piace a 1 persona

    1. Mi spiace! Ma ci sono tante cose che si possono fare con le verdure, alternative a pasta e pizza. Io credo che il prezzo dipende dai trasporti, dalle limitazioni e i vincoli. Benvenuta nel blog! 👏

      Piace a 1 persona

      1. Io per esempio sono intollerante al lattosio. Dicono che si deve fare la spesa solo in un supermercato più vicino casa ma là io non trovo niente senza lattosio, nei minisupermercati non hanno nulla. A molte cose non hanno pensato. Io devo spostarmi per forza se voglio mangiare qualcosa che non mi distrugga lo stomaco.
        E’ strano che i trasporti costino tanto, il petrolio è sceso moltissimo ma la benzia costa uguale, è davvero assurda questa cosa.
        Le verdure non c’è chi le raccoglia, aspettano gli stranieri ma quest’anno non possono venire e allora siamo in crisi, le verdure seccano senza che nessuno possa raccoglierle.

        Piace a 1 persona

        1. Sei in Puglia?
          È una notizia della Puglia uscita oggi.
          Capisco cosa dici, io amici celiaci che si trovano nella tua stessa condizione. Se ci sono motivi precisi, lo dichiari in autocertificazione, non ti multano per questo.

          "Mi piace"

          1. No io vivo in Veneto anche se sono originaria del Sud. Che notizia è uscuta? Qui abbiamo Zaia che fa le sue di regole.

            Piace a 1 persona

            1. La stessa, comunicata anche su rai 1 poco fa, quella di distribuire dell’intera filiera agroalimentare

              Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: