“Amiche Nemiche”

Non sono un’appassionata di serie televisive, ciò che mi affascina è il linguaggio.
I motivi che mi portano a essere lontana da questi strumenti di manipolazione sono molteplici, primo tra tutti, la dipendenza che generano, assieme all’ossessiva attesa sulla prossima puntata.

Ammetto che sono una consumatrice al quanto femminile e femminista, e le mie scelte sono poche. Da donna trentenne banale, negli atti, e nelle ritualità premestruali e ipercritiche, cado stecchita dinanzi ai piedi del superclassico Sex & City, o magari –  in aggiunta – al coloratissimo Drop Dead Diva; ma non immaginavo di dover vivere un stagione invernale al cospetto di una lieta novella mediatica 2011 – 2012.

Scopro, infatti, per caso – mentre sono a casa, e in apprensione per un lavoro che non c’è, e uno appena finito – nella pagina di Fox Life Italia, un fausto programma, consono al mio target, dal nome accattivante, e trasmesso per la prima volta nel nostro paese proprio quella sera.

Amiche Nemiche (Fox Life Italia, mercoledì 21.00)  ha una storia semplice: Amanda, protagonista e superfiga, è costretta, dopo il tradimento/fallimento del marito, a tornare a casa dalla madre, chiedendole aiuto, a seguito di una situazione poco piacevole (introdotto da una scena di fellatio dove il suo coniuge mascolino fugge, e rimane stecchito, a tutta velocità durante un incidente, grazie a una mezza zoccola che si dà da fare.).

Ad attendere Amanda, le sue care e vecchie amiche di liceo cresciute all’ombra della sua immagine, diventate cattoliche, appariscenti, rampanti, in un ‘America borghese insulsa, bigotta e tragicamente volgare. Signore insoddisfatte e insicure, ma soprattutto tramortite, nonostante la veneranda età, dall’odio che avevano (e hanno), per quella ragazza, diventata oggi donna, con stile e carattere, due figli a seguito, e una vita da ricostruire.

Confido nella seconda puntata per un giudizio più completo, intanto scopro che gli autori sono gli stessi di Sex and City e Desperate Housewife. Può essere una garanzia?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...