agosto

Da 8 mesi sto seriamente pensando di andare via dall’Italia; decisivo è stato il mio ultimo viaggio in Olanda. Combatto con i miei principi perché sono sempre stata convinta che andare via fosse un atto da vigliacchi. Su questa porzione di territorio ho investito energia e conoscenze, ma la pesantezza d’animo surclassa la leggerezza. E’ agosto quasi a metà. Buone vacanze a chi può. Il blog prende una pausa.

11 pensieri su “agosto

  1. Bric è un post durissimo. Ti capisco e sono preoccupato per il futuro delle mie nipoti. A te auguro ogni felicità e soprattutto di prendere la decisione giusta. Un bacio. Ps. Agosto però è un mese terribile quando si deve riflettere su cose così importanti.

    Piace a 1 persona

  2. Qui il clima è asfittico, non lo nego. Se cerchi un’opportunità è giusto che vai, se cerchi la redenzione o la terra promessa non servirà.

    Un saluto

    Mi piace

  3. Noi siamo partiti a maggio per l’Inghilterra. Mio marito ha già trovato un ottimo lavoro, dove le sue abilità ed esperienze vengono pagate. Ammetto che io sto impiegando di più a inserirmi perché sono piena di paure e questioni. Ma sta passando 🙂 Le tasse si pagano, ma i servizi funzionano. Le persone sono fredde, ma conoscendosi, creano spazi appositi per socializzare. Se ti metti in gioco, una risposta la trovi. Siamo usciti dall’Italia e, di colpo, abbiamo smesso di gridare nel deserto. Non so se sarà la tua scelta, ma se lasciare il paese ti fa sentire vigliacca, pensa a come ti fa sentire parlare a un muro.

    Piace a 1 persona

    1. sì, infatti è esattamente questa la sensazione. Ho cari amici che “respirano” – certo la freddezza è da mettere in conto. Non mi spaventa ricominciare e neppure arrangiarmi, davvero. Grazie mille per avermi scritto.

      Mi piace

  4. Sarebbe un grande passo… Ho una coppia di amici a L’Aja da un paio d’anni, lui ha trovato un lavoro strapagato lì… Me ne parlano di un bel posto dove vivere, anche se in certe condizioni si vivrebbe bene ovunque…

    Piace a 1 persona

    1. L’Olanda è una commistione assurda di culture. L’Aja è quella che mi è piaciuta di meno rispetto alle città che ho visitato. Solo perché l’impatto è stato dovuto a un errore preciso di me alla stazione – sono scesa nelle periferie e mi sono ritrovata in TURCHIA.
      Situazione non delle migliori 😀 ahahahaha

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...