Il sottolineato.

L’Italia ai tempi del PD.

Marc Augé, Rovine e macerie. Il senso del tempo, Bollati Boringheri, Torino, 2004, p. 74.

22 pensieri su “Il sottolineato.

  1. “Se il Pd non ha votato Prodi, è un po’ difficile immaginare che voti Rodotà. Perché c’è una parte del Pd che non guarda al M5S ma a destra. Spero sia chiaro a tutti” – Giuseppe Civati (http://www.ciwati.it/2013/04/20/perche-non-rodota/):

    Indipendentemente dal discorso dul M5S, il punto è che Prodi, un ex capo del governo (2 volte) di centro-sinistra e come tale affossato da tromboni come D’Alema, Bertinotti e Veltroni, e Rodotà, un costituzionalista di orientamento sinistrorso, non possono essere votati, pur avendo (in particolare il secondo) i numeri per essere eletti, perché una parte rilevante del PD preferisce trombarli in nome dell’accordo con Berlusconi.

    Spero che questo chiarisca in modo definitivo e al di fuori di ogni ragionevole dubbio che il partito democratico a tutt’oggi non è un partito e soprattutto non è di sinistra.

    Mi piace

  2. Non ho ancora capito perchè al PDL va bene D’Alema ma non Rodotà ambedue di sinistra ! Forse reputano Rodotà troppo onesto e non si fidano dato che sono una manica di cialtroni esattamente quello che è anche D’alema che ha sempre fatto finta di essere di sinistra.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...