Leon-Eisermann,-Keyhole-1.0,-2016-oil-on-canvas-150-x-100-cm-courtesy-Acappella-and-D.-Donzelli-ph.-www.museoapparente.eu

Le domaine enchanté, fino al 10 ottobre – Galleria Acappella, Napoli #currentexhibition [mostre]

‘Le domaine enchanté’

Sebastian Burger, Alex Chaves, Leon Eisermann, Sayre Gomez, Morgan Mandalay,
Orion Martin, Alexandra Noel, Zoé de Soumagnat

a cura di Domenico de Chirico

Fino al 10 ottobre 2016

@ Galleria Acappella, Napoli

 

Orion Martin, Tloo II, 2016, paper, uv-print, acrylic, ink, grommet, 66,5 x 85 cm courtesy Acappella and D. Donzelli ph - www.museoapparente.euGalleria Acappella è lieta di presentare la mostra ‘Le domaine enchanté’ curata da Domenico de Chirico con opere di Sebastian Burger, Alex Chaves, Leon Eisermann, Sayre Gomez, Morgan Mandalay, Orion Martin, Alexandra Noel, Zoé de Soumagnat.

Le saboteur tranquille (1898 – 1967), considerato il maggiore esponente del surrealismo in Belgio, ha saputo narrare con le immagini, spesso impregnate di humour noir, lo spaesamento, le ossessioni e l’inquietudine dell’uomo moderno quando tenta di dare un senso al mistero della vita, al funzionamento del pensiero e alla questione della percezione umana.

Sebastian-Burger-Isy,-2016-oil-on-paper-45-x-35-cm-courtesy-Acappella-and-D.-Donzelli-ph.www.museoapparente.euPer René Magritte è la pittura il mezzo che può aiutare in questa indagine, insinuando dubbi sul reale attraverso la rappresentazione del reale stesso e alludendo al tutto come mistero, senza mai definirlo. Egli non approda in altre dimensioni, l’assurdo per lui non abita mondi ignoti o utopici ma è nella realtà quotidiana.
Pertanto, l’immagine, ossessivamente ritornante, ironicamente ambigua e surreale, non è soltanto una fedele riproduzione di ciò che esiste ma può essere anche un’illusione, uno scherzo, una burla poiché guidata sia da un linguaggio visivo di sconcertante semplicità sia da uno stile di odeporica perspicuità.
Enigma, nonsense, irrazionalità e spaesamento dell’uomo in un mondo inconscio fatto di immagini, simboli e consuetudini, questo è il messaggio che il surrealismo vuole perpetuare.

L’intera mostra è liberamente, metaforicamente e smodatamente ispirata alla pittura murale ‘Le domaine enchanté’ (1953 circa, Casino di Knokke-le-Zoute, Belgio), opera tra le più emblematiche nella grande epopea della produzione magrittiana, in larga scala e sommo riassunto del suo leitmotif iconografico.

Domenico de Chirico

 

‘Le domaine enchanté’inst.view-Acappella-and-D.-Donzelli-ph- www.museoapparente.eu
Sebastian Burger, Alex Chaves, Leon Eisermann, Sayre Gomez, Morgan Mandalay, Orion Martin, Alexandra Noel, Zoé de Soumagnat.

Fino al 10 Ottobre 2016
Mar-Ven 17-19 | Sab 12 -14

Galleria Acappella
galleriacappella@gmail.com | www.museoapparente.eu | ph: (+39) 339 61 34 112
Via Cappella Vecchia 8/A | Napoli – 80121


*Comunicato stampa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...