ION – Bruno Cerasi. Come è nato: #socialnetwork. #libri #artisti [#arte]

Bruno Cerasi è passato a casa. Di solito non permetto a nessuno di oltrepassare la soglia personale e quella lavorativa. Mi ha chiamato all’improvviso, ieri. Ha aspettato che arrivassi in piazzetta per farmi avere ION, un piccolo volume nel quale ho avuto il piacere di scrivere un testo critico. Si tratta di un’opera a stampa fotografica in edizione limitata andata sold-out in pochissimo tempo.

Con Bruno avevamo un altro progetto. Eravamo pronti, avevamo tutto: persone, luoghi, argomenti, piani e tempi. Ci ha fregato il budget. Ci eravamo ripromessi di pagare tutti gli ospiti professionisti, perché noi siamo i primi a non lavorare più gratis per nessuno.

Su di noi è calato il silenzio dopo che abbiamo deciso di rimandarlo. Il Covid-19 ci ha allontanati, non ci siamo sentiti per mesi. Ognuno ha sviluppato la resistenza come poteva. Così, mentre io mi impegnavo per la mia comunità, lui si è dedicato all’ospedale di Teramo. Ha lanciato una raccolta fondi attraverso la vendita di disegni che compongono questo libricino di cui vi parlo. Da solo, su Instagram, ha pensato a una mostra che assume i toni della street-art coinvolgendo la sua community di oltre 14 mila follower.

Quando ha chiamato per parlarmene, per propormi la stesura del testo, non capivo cosa avesse fatto. Fino a quando non ho visto cosa avevo in mano. La composizione e la fine di qualcosa che riassumeva il suo operato di un decennio di sperimentazioni.

Seguo l’artista dal 2013, ho imparato a conoscere i suoi vizi, il suo carattere, le sue doti. Ho sentito un peso di responsabilità molto importante perché potevo fare il mio lavoro di critico, per davvero, su una persona che seguo da tutto questo tempo in un progetto che non ho seguito in prima persona. Potevo farlo con una analisi pura e responsabile.

Ci sono riuscita, come ci è riuscito lui a comporre un punto di partenza che sta prendendo forme più alte proprio in queste ore, senza l’aiuto di nessun professionista del sistema dell’arte, solo con la sua comunità reale e virtuale, partendo da Roseto degli Abruzzi (TE).

Lui e noi, al passo coi tempi e le tecnologie.
Contemporaneo, no? 

 Chi sono?
https://amaliatemperini.com/about/

Se vuoi supportare il blog con un caffé:

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Iscriviti al blog nella casellina in basso a destra della homepage:

www.amaliatemperini.com | www.atbricolageblog.com

Seguimi su:

Twitter |http://www.twitter.com/atbricolageblog |https://www.instagram.com/atbricolageblog/ | Instagram

Per richieste: atbricolageblog@gmail.com

Nel rispetto del provvedimento emanato dal garante per la privacy in data 8 maggio 2014 e viste le importanti novità previste dal Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR”, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all’uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016 (qui) oppure leggere la Privacy Police di Automattic http://automattic.com/privacy/

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...