Ho cambiato mascherina #covid #autunno2020

Sono stata una fautrice delle mascherine di stoffa rispetto a quelle chirurgiche perché credo si respiri meglio. Oggi non mi sento più sicura né dell’una, né dell’altra. Nei servizi TV gli amministratori dello Stato indossano le FFP2/3. In effetti le hanno consigliate ieri in un programma televisivo. Rimango sempre dell’idea che la verità è nel mezzo, ma anche questa consolazione non mi rassicura di questi tempi.

Attorno a me ci sono stati perdite. Alcune erano dovute al covid, altre per anzianità. Vivere un lutto in questa dimensione di straniamento è indescrivibile. Ad aprile scorso anche io ho visto morire mia nonna in casa. Nessun funerale, nessuna cerimonia, pochissimi figli e nipoti. Era malata da tempo.

Il ricordo che ho di quei giorni sono le persone affacciate ai balconi e quelle sotto casa fuori dai cancelli ad aspettarla per un saluto. La morte di mia nonna la ricorderò come un pomeriggio assolato passato a disinfettare casa per via di estranei arrivati per portare la salma al cimitero.

Parlo della morte non per intristire gli animi, di questi tempi chi è felice è ben fortunato, ma mi rendo conto che fanno presa su di me i racconti di chi sta avendo vicino persone infettate dal virus.

Quello che mi ha sconvolto è stato un racconto di come una moglie e un marito vicini alla mia famiglia si siano ammalati. Lei è in una struttura, lui in un’altra. Lei è viva, lui non ce l’ha fatta a causa di errori del medico di base e a dinamiche incomprensibili accadute in ospedale.

La moglie raccontava a mia madre di come lui avesse freddo di inverno. Era stravolta da questa immagine che condiziona pure me da ieri. Il pensiero di essere curato nudo e abbandonato in obitorio, alla stessa maniera, in completa solitudine come carne da macello. Mi metto nelle vesti degli operatori sottoposti a continue vrssazioni di questo tipo. Io la mascherina la cambio.

Questo grande “boh” che mi attanaglia da giorni mi porta a iniziare questo lunedì con un pensiero cupo.

Sarò esagerata?

Chi sono?

https://amaliatemperini.com/about/

Se vuoi supportare il blog con un caffé:
Buy Me a Coffee at ko-fi.com
Iscriviti al blog nella casellina in basso a destra della homepage: www.amaliatemperini.com | www.atbricolageblog.com Seguimi su: Twitter http://www.twitter.com/atbricolageblog | https://www.instagram.com/atbricolageblog/ Instagram Per richieste: atbricolageblog@gmail.com Nel rispetto del provvedimento emanato dal garante per la privacy in data 8 maggio 2014 e viste le importanti novità previste dal Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR”, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all’uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016 (qui) oppure leggere la Privacy Police di Automattic http://automattic.com/privacy/

9 Comments

  1. Lupus sine fabula

    Non lo trovo per niente esagerato, e anch’io sono passata alla ffp2. Al di là di questo, mi ha molto colpito il tuo post perché pur non avendo avuto perdite in famiglia, conosco una signora che è stata in rianimazione e ricorda la nudità, i corpi nudi accanto a lei chiusi all’improvviso nei sacchi neri, e a distanza di mesi tanta fatica e un affanno che non è solo respiratorio ma è affanno d’anima.Ho sentito molto mie le tue sensazioni qui esposte.Grazie per averle condivise.

    Piace a 1 persona

  2. smilepie

    Ti capisco, personalmente uso mascherine ffp2 da febbraio.. in borsa sempre amuchina..
    la situazione di oggi è figlia dei dati di settembre. almeno in lombardia.. ma come ha detto la Merkel:- Arrivati a questo punto le chiusure sono l’unica scelta: avremmo dovuto agire prima, ma per i cittadini non sarebbe stato facile accettarlo. Hanno bisogno di vedere i letti degli ospedali pieni…-
    Così è anche qui.

    Piace a 1 persona

Rispondi a Lupus sine fabula Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...