L'Aquila, Palazzo Ardinghelli ph. Amalia Temperini

MAXXI L’Aquila. Prime impressioni: il futuro. #abruzzo #cultura #arte [#riflessione]

Sono stata a visitare in anteprima la restituzione al pubblico di Palazzo Ardinghelli, un luogo storico della città di L’Aquila. Si appresta a essere la nuova sede distaccata di uno dei musei di arte contemporanea italiani più importanti nel panorama nazionale presente su suolo romano.

È un passo importante, non una novità. Basti pensare a come esperienze di questo tipo siano all’attivo oltralpe. Fare riferimento al Centre Pompidou di Parigi e la sua seconda sede a Metz, nel nord della Francia.

Il dato utile da prendere in considerazione nella nuova esperienza aquilana è la percentuale di possibilità che si possono creare attorno a dei progressi turistici. Il ponte tra Roma e L’Aquila, collegamento fondamentale per permettere il rafforzamento di un circuito dentro una ripartenza che è già avviata, in termini economici, da quando la città ha ritrovato il suo slancio per una ricrescita post-sisma.

Il Maxxi L’Aquila si presenta come un polo creativo, progetto culturale a tutto tondo, come quello romano, ma con una enorme differenza: la struttura architettonica.

Palazzo Ardinghelli è un edificio dove si intrecciano elementi medievali, cinquecenteschi, fino al suo fluire settecentesco. Dimora che durante il terremoto 2009 è stata disintegrata e poi ristrutturata per volontà di molte sinergie, comprese le collaborazioni aperte dagli aiuti di altri paesi esteri.

Se il Maxxi Roma è stato creato da una architetta contemporanea per il contemporaneo (Zaha Hadid). La sfida adesso è di permettere al contemporaneo di entrare in una realtà che ne attraversa parecchie di epoche, in termini di frammentazioni storiche, cuore di un centro nevralgico e amministrativo di una regione da sempre considerata di confine e a margine.

La curiosità a questo punto rimane su quello che sarà il primo grande evento di apertura previsto per la fine di ottobre, alla gestione dei servizi, sul personale che accoglierà i visitatori all’interno delle sale. ma anche la tessitura di potenziali reti – pubbliche e private -, dislocate su tutte le province abruzzesi che si occupano, con impegno, da anni, di questi argomenti.

 

Chi sono? https://amaliatemperini.com/about/

Se vuoi supportare il blog con un caffé:

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Iscriviti al blog nella casellina in basso a destra della homepage:

www.amaliatemperini.com | www.atbricolageblog.com

Seguimi su:

Twitter | http://www.twitter.com/atbricolagebloghttps://www.instagram.com/atbricolageblog/| Instagram

Per richieste: atbricolageblog@gmail.com

Nel rispetto del provvedimento emanato dal garante per la privacy in data 8 maggio 2014 e viste le importanti novità previste dal Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016, noto anche come “GDPR”, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all’uso dei cookie. Per un maggiore approfondimento leggere la sezione Regolamento dell’Unione Europea n. 679/2016 (qui) oppure leggere la Privacy Police di Automattic http://automattic.com/privacy/

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...